Decreto Crescita: dopo l'approvazione definitiva del Consiglio dei Ministri, ecco tutto quello che c'è da sapere sul potenziamento del bonus per la riqualificazione energetica degli edifici.

Semplificazioni in edilizia e meno tasse per le Pmi

Come spiegato dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, sulla sua pagina Facebook, “abbiamo previsto significativi interventi per l’ambiente, come il potenziamento del bonus per la riqualificazione energetica degli edifici e gli incentivi all’economia circolare, e per il rilancio del settore dell’edilizia. 

Nel decreto, illustra Conte, ci sono inoltre “una serie di norme studiate per il nostro prezioso tessuto di piccole e medie imprese, favorendone l’accesso a numerose forme di finanziamento e riducendo in modo significativo il carico fiscale che grava sulle loro spalle”.

“È stato inoltre definito - scrive Conte - un percorso normativo a sostegno dei Comuni, a partire da Roma, in difficoltà finanziaria, sul quale il Parlamento potrà intervenire ancora in sede di conversione.

Al momento non è ancora disponibile il testo uscito dal Consiglio dei Ministri, ma dalle dichiarazioni del Presidente Conte e dal testo entrato in CdM sembrano confermati i seguenti contenuti.

 

Sconto immediato al posto dell'Ecobonus e del Sismabonus

Il testo entrato in CdM contiene misure studiate per incentivare maggiormente la realizzazione degli interventi di riqualificazione energetica e messa in sicurezza antisismica. Il soggetto che effettuerà gli interventi di efficientamento energetico e messa in sicurezza dal rischio sismico potrà ricevere un contributo, anticipato dal fornitore che ha effettuato l’intervento, sotto forma di sconto sul corrispettivo spettante. Il contributo sarà recuperato dal fornitore sotto forma di credito d'imposta, di pari ammontare, da utilizzare in compensazione, in cinque quote annuali di pari importo, senza l’applicazione dei limiti di compensabilità.

 

Efficientamento energetico, 500 milioni ai Comuni nel 2019


Per l’anno 2019 saranno erogati ai Comuni 500 milioni di euro per interventi di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile. Le risorse saranno proporzionali alla popolazione dei Comuni: si parte da un minimo di 50mila euro per i Comuni fino a 5mila abitanti e si arriva ad un massimo di 250mila euro per quelli oltre i 250mila abitanti.


Scopri di più sul Decreto Crescita in questo articolo di Edilportale.com .